Danza

La corretta alimentazione del danzatore

 

Uno degli aspetti più importanti della preparazione di un ballerino deriva dalla qualità della sua alimentazione: si può tranquillamente dire che una bella carriera nasca a tavola, dove si sceglie cosa e quanto mangiare e bere.
La prestanza fisica richiesta ad un ballerino è del tutto simile a quella di uno sportivo e l’alimentazione deve essere calibrata esattamente sulle caratteristiche dell’atleta, cioè sugli orari di allenamento, sulla durata e sull’intensità , nonché sugli obiettivi che il ballerino stesso vuole raggiungere.
In genere, per un’ attività sportiva di 1h / 1h e mezza, un ragazzo non consuma più di 300\400 Kcal, vale a dire il quantitativo di un semplice piatto di pasta. Quindi, eccedere con i pasti o gli spuntini non serve a nulla, quello che serve è dare la giusta quantità e qualità alimentare, agli orari giusti.
Per contro, esiste anche il problema opposto, cioè ragazzi che per mantenere un fisico molto asciutto non mangiano. Saltare i pasti non serve!
In entrambi i casi, una carenza alimentare o un eccesso di grassi e carboidrati affatica il fisico, danneggia ginocchia e caviglie e impedisce prestazioni adeguate, rendendo anche difficile l’attività di ballare.

I cibi per chi fa danza

Per stimolare la concentrazione: , caffè e cioccolato fondente ricchi di metilxantine, che interagiscono con specifici recettori biologici che regolano le funzionalità del sistema nervoso centrale, cardiovascolare  ed endocrino. Tali sostanze hanno il pregio di tenere svegli e favorire la concentrazione, non facendo sentire la fatica. Una tavoletta da 100g di cioccolata fondente ne contiene quanto 1 tazzina di caffè espresso, mentre in una tazza di cioccolata calda la quantità che si riscontra in una tazza di tè forte. L’effetto della teobromina (nel cioccolato) è c.ca 10 volte inferiore rispetto alla caffeina (nel caffè).
Per sostenere la forza muscolare e la concentrazione: spinaci, banane,  mandorle, avocado, fichi secchi, semi di zucca e girasole, legumi (come le lenticchie) e cereali integrali ricchi di magnesio. (Ricordiamo che il magnesio fa anche dormire bene)