La visita

 

COME SI SVOLGE LA PRIMA VISITA?

Molto spesso, chi entra nello studio di un nutrizionista pensa di dover salire subito su una bilancia. In realtà, questa fornisce solo un dato e rappresenta solo un momento dell’intera visita.
Durante il primo appuntamento con il paziente, instauro principalmente un dialogo che mi permette di conoscere con chiarezza la “situazione nutrizionale” del paziente. Quindi, parleremo di: abitudini alimentari, stile di vita, rapporto con il cibo, patologie individuali e familiari di eventuali farmaci assunti.
Con la valutazione antropometrica verranno calcolati alcuni indici pondero-staturali, tra cui l’Indice di Massa Corporea e le circonferenze corporee, che permettono sia di valutare lo stato di obesità addominale, sia di apprezzare visivamente il cambiamento del volume del corpo durante i controlli successivi.
L’esame impedenziometrico, effettuato tramite un apposito strumento, è fondamentale per conoscere la composizione corporea del paziente, definita come: massa grassa, massa magra, acqua corporea totale e metabolismo basale. Questi dati mi consentono di individuare quale delle componenti corporee è la causa del cambiamento di peso ed agire di conseguenza, fornendo al paziente una dieta specifica e adatta alle sue condizioni fisio-patologiche.
L’esame con adipometro, invece, tramite tecnologia ad ultrasuoni, di derivazione dal principio ecografico, consente una misurazione diretta ed immediata dello spessore di adipe sottocutaneo permettendo di distinguere chiaramente lo spessore in millimetri dei diversi strati: cute, grasso cutaneo, grasso profondo e infine muscolo.
Il piano alimentare verrà concordato con il paziente, a seconda delle sue esigenze lavorative e gusti alimentati, in modo da cercare di aumentare quanto più possibile l’aderenza alla dieta e il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

VISITE DI CONTROLLO

L’appuntamento successivo alla prima visita si effettua dopo 2 o 3 settimane massimo, per verificare l’aderenza alla dieta ed eventualmente fare degli aggiustamenti. Inoltre, è già possibile constatare dei cambiamenti di peso e di composizione corporea perchè verranno ripetuti tutti gli esami fatti durante la prima visita.
I controlli successivi avranno delle scadenze più lunghe man mano che si ottengono i risultati e verranno eseguiti sempre con le stesse modalità.

PER LA PRIMA VISITA OCCORRE:

  • Portare con sé le ultime analisi del sangue e referti di visite mediche effettuate recentemente (non anteriori a 6-8 mesi) e le eventuali diete a cui ci si è sottoposti. In caso non si sia in possesso di analisi cliniche o le ultime siano troppo remote (>12 mesi), richiedere al proprio medico curante la possibilità di effettuare analisi di routine che egli riterrà opportune preliminarmente ad una dieta
  • Presentarsi a digiuno da almeno 2 ore e 30 e a vescica svuotata, per effettuare le misurazioni nelle condizioni standard ottimali